PM10: raggiungimento del livello di allerta 1 - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

archivio notizie - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

PM10: raggiungimento del livello di allerta 1

 
PM10: raggiungimento del livello di allerta 1

 

Dal 1 ottobre 2023 e fino al 30 aprile 2024  è  in vigore l'ordinanza sindacale n. 284/2023 che prevede l'adozione di misure di limitazione per contrastare l'inquinamento dell'aria nel periodo invernale 2023-2024.

 

Le azioni, decise a livello interregionale nel 2017, riguardano il traffico, le combustioni, le stufe/camini, le temperature di riscaldamento e gli spandimenti di liquami zootecnici.

 

Ancora una volta, il bersaglio sono le poveri sottili (PM10) che, soprattutto nel periodo "critico" ottobre-aprile, identificato da ARPAV, si accumulano e persistono nell'atmosfera.

 

In data 26.01.2024 l'Osservatorio Regionale Aria di ARPAV ha comunicato al Comune il raggiungimento del livello di allerta 1 per il PM10 (semaforo arancione). Con l'acuirsi della concentrazione delle polveri sottili in atmosfera, la qualità dell'aria peggiora notevolmente, ecco perché dal 27.01.2024 (e fino a nuova comunicazione ARPAV) sono previste limitazioni ancora più stringenti:

 

SEMAFORO ARANCIONE - Livello di allerta 1 (attivato dopo 4 giorni consecutivi di superamento del limite giornaliero di 50 microg/mc di PM10, su avviso di ARPAV):

STUFE/CAMINI

Divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa, in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, aventi classe di prestazione energetica ed emissiva “1 stella”, "2 stelle”, "3 stelle" (classificazione Decreto Min. Ambiente n. 186/2017).

VEICOLI

Tutti i giorni (festivi compresi) dalle ore 8.30 alle ore 18.30 vi è il DIVIETO di circolazione di:

  • veicoli alimentati a benzina EURO 0 ed EURO 1 (veicoli trasporto persone e commerciali)
  • veicoli diesel EURO 0, EURO 1, EURO 2, EURO 3 (veicoli trasporto persone e commerciali)
  • motoveicoli e ciclomotori EURO 0

Sono previste eccezioni e deroghe (vedere ordinanza n. 284/2023).

LIQUAMI ZOOTECNICI

E' vietato lo spandimento di liquami zootecnici, in agricoltura; sono fatti salvi gli spandimenti mediante iniezione o con interramento immediato.

TEMPERATURE DI RISCALDAMENTO

Si abbassano di 1°C, da 19°C a 18°C, le temperature di riscaldamento delle residenze (e assimilabili) e degli uffici pubblici.

 

Rimane in vigore il divieto assoluto di effettuare qualsiasi tipologia di combustioni all'aperto di materiale vegetale, anche se effettuate nel luogo di produzione, al fine di reimpiegare i residui, come sostanza concimante o ammendante, fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali.

 

Il Bollettino di allerta PM10 è disponibile alla pagina: https://www.arpa.veneto.it/dati-ambientali/bollettini/aria/bollettino-livelli-di-allerta-pm10

 

Si allega ordinanza sindacale n. 284/2023.


Pubblicato il 
Aggiornato il