Influenza aviaria nel pollame - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

archivio notizie - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

Influenza aviaria nel pollame

 
Influenza aviaria nel pollame

 

 

L'Istituto Zooprofilattico delle Venezie IZV ha rilevato un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità (HPIA) negli animali di un allevamento avicolo, dislocato nel basso veronese.

L’influenza aviaria è una malattia virale che colpisce prevalentemente gli uccelli selvatici, che possono contagiare quelli domestici come polli, anatre, tacchini e altri animali da cortile. Tali virus influenzali possono infettare anche altri animali (maiali, cavalli, cani, balene) compreso l’uomo.

 

A seguito della rilevazione del focolaio, il Dipartimento di Prevenzione dell'ULSS 9 ha emanato un dispositivo diregenziale (allegato), contenente alcune restrinzioni da adottare anche in una porzione del Comune di Bovolone.

Infatti, il nostro territorio ricade nella "zona di sorveglianza" trovandosi a 10 Km di raggio dall'allevamento. 

Tutte le misure da applicare nella zona di sorveglianza sono precisate nel provvedimento dell'ULSS9.

Gli allevamenti commerciali ricadenti in tale zona, sono indicati nell'allegato e nell'immagine a fianco (presa da https://www.sivempveneto.it, in contorno giallo la parte di Bovolone ricadente nella zona di sorveglianza). 

In tali luoghi, è obbligatorio:

  • separare i volatili allevati delle specie sensibili da quelli selvatici
  • monitorarne la mortalità, comunicandolo immediatamente al Distretto Veterinario competente per il nostro territorio: Distretto di Bovolone Telefono 045 6999461
  • controllare insetti, roditori, vettori di malattie
  • disinfettare gli ingressi e le uscite degli stabilimenti

ed è vietato:

  • movimentare e trasportare tra aziende pollame, pulcini, uova e carcasse nella zona di sorveglianza
  • trasportare pollame, pulcini, uova verso aziende, macelli, centri di imballaggio/produzione di uova anche se all'esterno della zona di sorveglianza.

Su tutto il territorio provinciale, negli allevamenti di pollame e volatili all'aperto, anche se per uso familiare di autoconsumo

  • gli animali devono essere trasferiti e trattenuti all'interno di idoneo edificio al chiuso.  Qualora ciò non sia realizzabile è necessario che l'alimento e l'acqua di bevanda per gli animali vengano protetti dal contatto con i volatili selvatici
  • in caso di mortalità anomale, è obbligatorio avvisare il Distretto Veterinario competente per il nostro territorio: Distretto di Bovolone Telefono 045 6999461

 

Tutti gli obblighi, divieti e limitazioni indicati nel provvedimento dell'ULSS 9 allegato, restanto in vigore fino a diversa indicazione da parte della stessa ULSS. Il Comune provvederà a rendere noto il termine delle limitazioni attraverso il sito isitituzionale.

 

Si raccomanda ai cittadini la massima attenzione e collaborazione.

 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il