Stato di crisi idrica nel territorio della Regione Veneto - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

archivio notizie - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

Stato di crisi idrica nel territorio della Regione Veneto

 
Stato di crisi idrica nel territorio della Regione Veneto

 

Il presidente della Regione Veneto, con propria ordinanza n. 37 del 03 maggio 2022, dichiara lo stato di crisi idrica su tutto il territorio della Regione del Veneto.

A far scattare l'ordinanza è stata la rilevazione, da parte dell'Autorità di Bacino Distrettuale delle Alpi Orientali, di una condizione di deficit idrico generalizzato per assenza di risorsa nivale, scarsità di precipitazioni, diminuzione delle portate dei fiumi, diminuzione del riempimento dei bacini del Brenta, Piave e Adige.

Inoltre, la profondità della falda freatica è molto inferiore alla media del periodo.

Vi è quindi, al momento dell’avvio della attività irrigua nel territorio della Regione del Veneto, uno stato di severità media.

L'ordinanza, che si allega, si rivolge ai Consorzi di Bonifica, ai gestori degli acquedotti e delle opere di regolazione, ma anche a tutti gli utilizzatori di acqua, agli operatori del settore agricoltura, a coloro che irrigano giardini e parchi affinchè utilizzino la risorsa acqua in modo estremamente parsimonioso, sostenibile ed efficace, limitandone il consumo al minimo indispensabile.

Si raccomanda un uso attento e limitato per tutti coloro che prelevano acqua (sia superficiale che sotterranea) da pozzo.

 

Lo stato di crisi permarrà fino al venir meno della criticità, in relazione all’andamento meteorologico e idrologico.


Pubblicato il 
Aggiornato il