Emissioni in atmosfera per impianti ed attività in deroga - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

archivio notizie - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

Emissioni in atmosfera per impianti ed attività in deroga

 
Emissioni in atmosfera per impianti ed attività in deroga

COS'E' L'AUTORIZZAZIONE ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA A CARATTERE GENERALE

Ogni impianto e attività che produce emissioni in atmosfera (sostanze solide, liquide o gassose) che possono determinare un inquinamento dell'aria, deve ottenere una specifica autorizzazione.

 

Il Codice dell'Ambiente (d.lgs 152/2006 art. 272) individua gli impianti e le attività "in deroga", per i quali sono previste delle procedure semplificate per ottenere l'autorizzazione. Tali impianti o attività infatti, in ragione del consumo di materie prime, di produzione di beni o di consumo di solventi.. , hanno emissioni scarsamente rilevanti agli effetti dell'inquinamento atmosferico.

 

I gestori di tali impianti o attività possono aderire ad "autorizzazioni di carattere generale", riferite a stabilimenti oppure a categorie di impianti e attività. In tali autorizzazioni, emanate dalla Provincia di Verona, sono stabiliti i valori limite di emissione, le prescrizioni, i combustibili utilizzati, i tempi di adeguamento, i metodi di campionamento e di analisi e la periodicità dei controlli.

 

COSA FARE?

Il gestore invia alla Provincia di Verona, almeno 45 giorni prima dell'installazione,  per il tramite del SUAP, una domanda di adesione all'autorizzazione generale corredata dai documenti ivi prescritti.

 

DOCUMENTI DI RIFERIMENTO

Le determinazioni dirigenziali della Provincia di Verona, che si ripropongono in allegato, relative alla adesione all'autorizzazione alle emissioni di carattere generale, sono:

  • Determinazione n. 2982/12 del 10 luglio 2012
  • Determinazione n. 3209/12 del 23 luglio 2012 (per allevamenti zootecnici in ambienti confinati)
  • Determinazione n. 3224/12 del 24 luglio 2012 (per impianti di trattamento acque dotati di linee di trattamento fanghi)
  • Determinazione n. 4192/12 del 25 settembre 2012 (per impianti di emergenza alimentati a gasolio, benzina, olio combustibile, metano e GPL)
  • Determinazione n. 2063/18 del 20/06/2018 (con cui è stata stabilita la modulistica obbligatoria).

NOVITA'

Di recente, la Provincia di Verona ha emanato la Determinazione n. 3712/19 del 28 novembre 2019 (allegata) con cui è stato stabilito in numero massimo di tre le modifiche effettuabili mediante il ricorso alle adesioni di carattere generale, per impianti che sono già in possesso di un’autorizzazione alle emissioni in atmosfera in regime ordinario (art. 269 D.Lgs 152/2006).

 

Per eventuali ulteriori informazioni, si demanda alla competente Settore Ambiente della Provincia di Verona.


Pubblicato il 
Aggiornato il