Informazioni ambientali - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

Informazioni ambientali - RETE CIVICA DEL COMUNE DI BOVOLONE

INFORMAZIONI AMBIENTALI

 

In questa sezione, sono pubblicati i dati relativi alle Informazioni ambientali, secondo quanto previsto dall' articolo 40 c.2 del d.lgs. 33/2013 e dalle Linee guida diffuse da ANAC con delibera n. 1310 del 28/12/2016.

Il Comune di Bovolone non è un ente preposto alla produzione di dati ambientali, ma nel tempo ha raccolto ed elaborato informazioni, propedeutici all'erogazione dei propri servizi e per rispondere agli obblighi derivanti dalla legislazione europea e nazionale sul diritto di libero accesso all'informazione ambientale da parte dei cittadini (D.lgs. n.195 del 2005).

Questa sezione contiene le Informazioni ambientali che l'Amministrazione detiene ai fini delle proprie attività istituzionali.

 

Stato dell'ambiente

 

1 Aria

Relazione sulla qualità dell'aria in ambito provinciale

 

2 Acqua

Relazioni e monitoraggio acque interne

Mappa monitoraggio acque interne

Rapporti sulla risorsa idrica in Veneto

Dati idrometeo in diretta

 

3 Suolo e Territorio

I suoli della provincia di Verona

Rapporto sulla qualità dei suoli in ambito provinciale

 

4 Siti naturali

Nel territorio di Bovolone non sono presenti siti della rete Natura 2000.
Natura 2000 è il principale strumento della politica dell'Unione Europea per la conservazione della biodiversità. Si tratta di una rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell'Unione, istituita ai sensi della Direttiva 92/43/CEE "Habitat" per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario. La rete Natura 2000 è costituita dai Siti di Interesse Comunitario (SIC), identificati dagli Stati Membri secondo quanto stabilito dalla Direttiva Habitat, che vengono successivamente designati quali Zone Speciali di Conservazione (ZSC), e comprende anche le Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva 2009/147/CE "Uccelli" concernente la conservazione degli uccelli selvatici.

Tuttavia nel Comune di Bovolone esiste un'ampia area verde naturalistica di circa 40 ettari, il Parco Valle del Menago, che presenta sotto notevoli aspetti importanti elementi di pregio ambientale.

I siti rete Natura 2000 di ambito provinciale

 

Fattori inquinanti

 

1 Aria

Bollettini

Bollettini dell'aria di ambito provinciale

 

Ozono

L'ozono è un gas formato da tre atomi di ossigeno (O3). In natura si trova in concentrazioni rilevanti negli strati alti dell'atmosfera terrestre, dove costituisce una fascia protettiva nei confronti della radiazione ultravioletta del sole.  In questa zona dell'atmosfera, detta "stratosfera", l'ozono è indispensabile alla vita sulla terra perché impedisce di far passare i raggi pericolosi per la nostra salute.  L'espressione "il buco dell'ozono" si riferisce all'assottigliamento dello strato di ozono di cui abbiamo bisogno per proteggerci dalle radiazioni ultraviolette. Per "inquinamento da ozono" si intende l'aumento della sua presenza nell'aria che respiriamo, soprattutto nei periodi estivi, che può avere effetti dannosi sulla salute dell'uomo e sull'ambiente.

Info ozono

Bollettini ozono

 

PM10

PM (Particulate Matter) è il termine generico con il quale si definisce un mix di particelle solide e liquide (particolato) che si trovano in sospensione nell'aria. Il PM può avere origine sia da fenomeni naturali (processi di erosione del suolo, incendi boschivi, dispersione di pollini, ecc.) sia da attività antropiche, in particolar modo dai processi di combustione e dal traffico veicolare (particolato primario). Le particelle di dimensioni inferiori costituiscono un pericolo maggiore per la salute umana, in quanto possono penetrare in profondità nell’apparato respiratorio; è per questo motivo che viene attuato il monitoraggio ambientale di PM10 e PM2.5 che rappresentano, rispettivamente, le frazioni di particolato aerodisperso aventi diametro aerodinamico inferiore a 10 µm e a 2.5 µm.

Info PM10

PM10 Pm2,5 dati in diretta

Bollettino allerta PM10

 

2 Acqua

Livello di inquinamento corsi d'acqua - open data

Monitoraggio PFAS

Mappa PFAS

Analisi 2019 - acquedotto Bovolone

 

3 Rifiuti urbani

Con Deliberazione di C.C. n° 66/2004 è stato affidato alla società a capitale interamente pubblico Bovolone Attiva S.r.l. il servizio di gestione rifiuti urbani (raccolta, trasporto e smaltimento, spazzamento strade) e gestione dell’Ecocentro (dal 2006). La società è partecipata al 60% dal Comune di Bovolone e al 40% da Amia Verona S.p.A. ed è affidataria del servizio di igiene urbana fino al 30/12/2030.

Report 2019 produzione rifiuti Comune di Bovolone

 

4 Inquinamento elettromagnetico

Campagne di misura del campo elettromagnetico

 

5 Aziende a rischio di incidente rilevante

Il 26 giugno 2015, con l’emanazione del decreto legislativo n° 105, l’Italia ha recepito la direttiva 2012/18/UE (cd. Seveso III), relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose. Le principali novità introdotte dalla Direttiva 2012/18/UE (cd. “Seveso III”) intendono:

  • garantire ai cittadini coinvolti un migliore accesso all’informazione sui rischi dovuti alle attività dei vicini impianti industriali “Seveso” e su come comportarsi in caso di incidente;

  • garantire la possibilità di partecipare alle decisioni relative agli insediamenti nelle aree a rischio di incidente rilevante (in particolare nelle fasi di programmazione e realizzazione di interventi artt. 23-24) e la possibilità di avviare azioni legali, per i cittadini ai quali non siano state fornite adeguate informazioni o possibilità di partecipazione, in applicazione della Convenzione di Aarhus del 1998.

In riferimento a tali obblighi in capo ai Comuni (art. 23) , sono pubblicate in questa sezione gli estratti delle notifiche di cui all’art. 13 del DLgs 105/2015 (la parte minima da mettere a disposizione del pubblico) per gli stabilimenti sottoposti a tale normativa presenti sul territorio:

 

Stabilimenti di soglia inferiore (art. 3 c.1 b) del Dlgs 105/2015):

ditta Geofin Spa - deposito di prodotti fitosanitari

ditta Giorgio Gas - deposito di GPL

 

Misure incidenti sull'ambiente e relative analisi di impatto

1 Valutazione di impatto ambientale

Regione Veneto - Valutazione di piani, programmi, progetti

Provincia di Verona - Valutazioni di impatto ambientale e verifiche di assoggettabilità

 

Misure a protezione dell'ambiente e relative analisi di impatto

1 Piani

Piano di Zonizzazione Acustica comunale

Piano d’Azione l'Energia Sostenibile (PAES)

PAES

Sintesi PAES

I° Report di Monitoraggio

 

2 Regolamenti comunali

Regolamento comunale ecofeste

Regolamento igiene urbana veterinaria

Regolamento patrimonio arboreo

Regolamento di polizia urbana e rurale

 

3 Bilancio partecipativo

Bilancio partecipativo 2017 Tutela ambientale

 

4 Casa dell'acqua

L’Amministrazione Comunale riconosce l’acqua, ai sensi dell’art. 36 bis dello Statuto vigente, quale bene come indispensabile per la vita, e si impegna a porre in essere adeguate iniziative volte al

riconoscimento da parte delle Autorità Competenti, del servizio idrico quale servizio pubblico locale privo di rilevanza economica, gestibile solo da soggetti interamente pubblici, in modo da garantire l’accesso all’acqua e quindi pari dignità umana a tutti i cittadini.

L'installazione di un distributore di acqua pubblica ha diversi benefici:

- favorisce il consumo di acqua da acquedotto, limitando l’uso di quella in bottiglia di plastica;

- garantisce un servizio importante alla cittadinanza permettendole di risparmiare il costo di

acquisto/riciclo delle bottiglie di plastica;

- evita l’emissione della corrispondente CO2 per la produzione, il trasporto e il riciclo delle bottiglie in plastica;

Sul territorio bovolonese sono presenti n. 2 case dell'acqua, localizzate in P.le Scipioni e in P.le Aldo Moro e gestite dalla ditta DF Eco Srl.

Convenzione per l'istallazione e la gestione di n. 2 case dell'acqua

Analisi acqua ULSS 9 - 2019

 

5 Ordinanze ambientali

Ordinanza sindacale n. 202/2019 - Misure limitazione inquinamento atmosferico

 

Relazioni sull'attuazione della legislazione ambientale nazionale

 

Stato della salute e della sicurezza umana

1 Inquinamento atmosferico (SIAN - ULSS9)

Qualità dell'aria e inquinamento atmosferico

2 Inquinamento PFAS (SIAN - ULSS9)

Attività PFAS - ULSS9

3 Amianto (SPISAL)

Cos'è, gli utilizzi nel passato, bonifica e rimozione, aggiornamenti legislativi

Mappatura regionale

4 Rapporto sull'attività del Dipartimento di Prevenzione ULSS 9

Rapporti attività Dipartimento Prevenzione ULSS9

 

Relazione sullo stato dell'ambiente del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio

Relazioni sullo stato dell'ambiente del Ministero dell'Ambiente

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il